Dai un'occhiata al nostro Portfolio Spark AR

ID X RED BULL ORGANICS_RIDE Milano

  • Via Valenza, 2 20144 - Milano
  • con Organics Redbull

RIDE Milano è l’Urban Hub che NEL 2020, nel bel mezzo della pandemia, ha dimostrato come potesse essere possibile vivere la città, la musica, l’arte, il teatro e più in generale, la socialità, in totale sicurezza e nel pieno rispetto delle regole.

 

I talent del Contest “Talent Comes Naturally by Redbull” sono stati selezionati. Durante la Milano Design Week, dal 5 al 10 Settembre, presso gli spazi di RIDE Milano, in mostra il talento che li rende unici.

Una mostra fisica, presente in loco, con contenuti multimediali diffusi in realtà aumentata, sempre online.

 

 

ID X RED BULL ORGANICS / TALENT COMES NATURALLY 

D.O.S. Design Open Spaces, in collaborazione con Ral, WeAreYou e You Parti, è lieto di invitarvi a “IDxRedBullOrganics”, una exhibit che si terrà durante Milano Design Week 2021 all’interno di Ride Milano, nei pressi di porta Genova e di zona Tortona, a pochi passi dalla Darsena meneghina.

 

Innato, unico, naturale. Il talento è un bene prezioso, e il progetto Organics Talents è nato per celebrarlo. Negli spazi del RIDE saranno presentati in mostra, in maniera phygital i 13 talenti selezionati in seguito alla call che ha visto collaborare RedBull con Ral e gli organizzatori di ID.

Il progetto prevede la realizzazione di una mostra collettiva, a cavallo fra analogico e digitale, con un focus dedicato all’innovazione e la sostenibilità.

La mostra fisica sarà presente in loco, e i contenuti multimediali sempre presenti online, ma attivabile anche sul posto; una kermesse di personalità e progetti inusuali, frutto talvolta di ricerche personali, frutto della curiosità e della voglia di spingersi oltre, talvolta invece legate ad un approccio strutturato di brand che fanno dell’innovazione l’elemento caratterizzante.

 

Curated by: ID + RAL 

 

Nicola Masolini

Designer / Premium Casual Streetwear RE49

RE49 Italian Sustainable Shoes è un marchio contemporaneo di calzature Streetwear & Premium Casual realizzato in un’economia circolare attraverso il RECYCLE e UPCYCLE di materiali destinati alla distruzione, allo stoccaggio o alla produzione in eccesso. È realizzato in Italia nella nostra fabbrica artigianale di Udine. Mira a ridurre l’impatto ambientale della produzione. Garantisce il riutilizzo dei materiali già prodotti per tutte le fasi della produzione attuando una politica di economia circolare al 90% dimostrabile attraverso la tracciabilità in Blockchain. L’attenzione al green e ad una vita sostenibile si concretizza in una politica cruelty free e nella costante ricerca di materiali da rigenerare.
RE49 è tradizione artigianale, creatività, made in Italy, digitalizzazione e sostenibilità.

Giulia Boccafogli

Jewelry Designer

Giulia lavora con passione, ricerca e dedizione, seguendo le caratteristiche principali del Made In Italy, e concentrandosi a livello materico sulla pelle, materiale versatile, che offre molteplici possibilità creative. Utilizza pellami di recupero, selezionati accuratamente e personalmente: rigenera il materiale, che in questo modo ha una seconda vita.

Pezzi unici che sembrano provenire da un immaginario sommerso fatto di inchiostro, profonde luci offuscate e vellutati fluidi di palude. Uno stile a metá tra la moderna decadenza, caratterizzato da onde, drappeggi e linee morbide, e il tribale, con sottili, soffusi richiami fetish: il concetto di “accessorio” sembra svanire, lasciando al suo posto l\idea dell’ornamento come grande protagonista.

Stefano Barbieri

Light Designer

Senza la luce non ci sarebbe la vita. La luce ci consente di comprendere forme, volumi e colori, ma allo stesso tempo distorcerli, mutando lo spazio e la percezione del contesto. Una macchina del tempo per trasportarci su altri mondi. Un macchina di privazione sensoriale per confondere i sensi e la mente, durante il viaggio interstellare.Allestimenti luminosi innovativi, dalla progettazione alla realizzazione. Light design, light show, dinamic ledbars project, videomapping 3D installation, live visual performance. Ogni allestimento è volto a sperimentare tecniche sempre nuove ed innovative, dalle piccole installazioni ai grandi stage. Progetti speciali, per tutti i tipi di location e pubblico, accrescendo l’appeal di eventi o generando progetti personalizzati e di ricerca nel campo dell’illuminotecnica.

Claudio Vittori

Artist / Designer

Flower of sound usa il potere dell’audio spaziale per creare musica, spazi immersivi ed esperienze per offrire benessere e trasformazione.

Emily Strange

Travel Photographer

Mi nutro di ciò che faccio, l’arte mi affascina da sempre e ritrovo la quiete che la quotidianità spazza via come una tempesta estiva. Necessito come ossigeno di quanto realizzo.

Greta Dalessandro

Bio Designer

Il mio interesse nei confronti del Biodesign è maturato durante le ricerche per la tesi magistrale. Ho sviluppato un pensiero progettuale secondo il quale il rapporto con il materiale biodegradabile è in evoluzione. La materia transitoria diventa un veicolo comunicativo e l’arco di tempo di esposizione del materiale è fino al completo dissolvimento dello stesso.

Questo pensiero mi ha portato allo studio dei comportamenti di materiali vivi come il kombucha micelio, alghe… mi affascina soprattutto come un micro-sistema biologico permette una conversione di stato o di materiale per il DIY e il design etico e circolare.

Helga Aversa

Illustratrice

“Sono una grande appassionata e collezionista di carata. Costruisco lettere, tutte realizzate a mano con la tecnica del collage, un’idea nata in pandemia. Mi piace pensare alla carta come un oggetto con un suo peso e una sua tridimensionalità.“

Jacopo D’andrea

Fashion Designer / Dj

Snake More Pain Fashion Designer e DJ è nato a Roma dai genitori Dennis Rodman e Gabriella Ferri.

Cresciuto in quartiere e sbarcato in Fashion Week è un mix tra Musica, Moda e Punk.

Lucia Pascale

Fashion Designer / Eco Design

Vent’anni dedicati al design di moda, ora tintore naturale …una diversa consapevolezza.

Si occupa di stampa vegetale, imprimendo forma e colori di foglie, radici e fiori avvalendosi di un’antica tecnica tintoria che contempla solo l’uso di vegetali e sostanze naturali.

Un lungo ed elaborato processo, che include una profonda conoscenza delle piante tintorie e un’attenta ricerca dei migliori tessuti di origine naturale.

Da passione e conoscenza nascono le “stoffe d’artista” che portano in se l’impronta unica ed irripetibile della natura.

E cosi, prendono vita capi di abbigliamento, accessori e oggetti di design.

Umberto Passerini

Graffiti Artist

“Lo spazio è uno dei miei temi preferiti, o anche fluidi, o anche materici, tutto dipinto a mano. Nel tempo mi sono dedicato molto all’illustrazione con messaggi un po velati. Sono arrivato poi alla “donna diavolo” fatta durante la quarantena, il quadro caratterizzante della mia pittura.“

Mauro Serra

Fotografo

Siamo un duo artistico che vorrebbe un mondo più sveglio e consapevole. Ritraiamo una realtà autentica, attraverso ricette di visioni fantastiche ed estetica pop.

Analizziamo il mondo prendendo in prestito il punto di vista di Orwell, e demoliamo i canoni estetici radicati rompendo la bambola più amata del mondo.

Provochiamo per far pensare, documentiamo reazioni spontanee per incoraggiare le persone a spogliarsi delle loro sovrastrutture.

Riccardo Pirovano

Artist / Installazioni_Jukai

Marta Fumagalli e Riccardo Pirovano sono una coppia di artisti italiani. Lavorano insieme dal 2011 sotto il nome di Jukai. La loro ricerca si concentra sul paesaggio urbano dove individuano luoghi trascurati, tuttavia rilevanti in termini di “memoria potenziale”. Dall’Europa, al Giappone e all’Africa hanno creato installazioni temporanee e permanenti “organiche” site specific, nate dall’osservazione e dall’interazione con quei luoghi. La parola “jukai” è la traslitterazione di ciò che nella cultura giapponese è definito come “il mare degli alberi”, la profonda foresta attribuita al famoso bosco di conifere ai piedi del monte Fuji giapponese. Il loro modus operandi evoca i processi spontanei che si trovano in quegli ambienti. Immaginano e creano installazioni temporanee e permanenti “organiche” e site-specific a volte assemblando materiale vegetale o legno industriale. Ogni volta considerano le specificità che rendono ogni luogo unico.

Silvia Fontana

Creative / Performer / Dancer

“Abbiamo occupato uno spazio abbandonato con lo scopo di combattere contro il degrado per la creazione di un centro culturale. Un team di tutte donne che ha riattivato uno spazio, 24 ore su 24, per riqualificarlo e riuscire ad andare in scena.”

Pixel Map

 

Bovisa_Piazza Emilio Alfieri 1

Pixel N° 18

 

Tortona_Via Vigevano 25

Pixel N° 19

 

San Siro_Piazzale Axum 1

Pixel N° 20

MILANO DESIGN WEEK 2021
5 -12 Settembre
orari 15.00 – 24.00

 

Talent party > Giovedì 9 Settembre | h.18