Dai un'occhiata al nostro Portfolio Spark AR

Special call: Milano x Venezia

ID X COMBO Venezia

  • Campo dei Gesuiti, 4878, 30121 - Venezia
ID X COMBO Venezia

Venezia: da dove cominciare? Dalle calli e dai suoi abitanti, dai suoi palazzi storici e dai suoi angoli più autentici. A pochi passi dal Rialto e dallo storico mercato del pesce, Combo ha scelto la sua casa. Combo è un ostello per passanti e viaggiatori, dove esiste uno spazio per ogni energia. Un luogo in cui veneziani e viaggiatori si incontrano e si mescolano: da sempre l’ex convento dei Crociferi offre accoglienza e quiete ai suoi avventori e incoraggia un dialogo tra la città e il mondo. Un nuovo modello di ospitalità integrata attorno a cui gravitano artisti, viaggiatori, studenti; nel cuore della città ma con tutti i privilegi dei sentieri meno battuti. Questa è Venezia, per noi.

D.O.S. Design Open Spaces, in collaborazione con Caterina Capelli (collettivo Illuminazioni), WeAreYou e You Parti, è lieto di invitarvi a “IDxCOMBO”, una exhibit che si terrà durante la Venice Design Week 2021 all’interno dell’ostello Combo Venezia, Campo dei Gesuiti.

Il progetto prevede la realizzazione di una mostra collettiva, a cavallo fra analogico e digitale, con un focus dedicato all’innovazione, attraverso una call riservata a designer under 35. L’esposizione fisica verrà aumentata tramite contenuti digitali accessibili attraverso l’uso di tag, come QRcode e Nfc, intervenendo in maniera non invasiva all’interno dello spazio.

La mostra fisica sarà presente in loco, e i contenuti multimediali sempre presenti online, ma attivabili anche sul posto; una modalità innovativa che posiziona Combo Venezia come hub in grado di avere uno sguardo attento ai nuovi trend e ai nuovi talent del design emergente e sperimentale, e che consente a giovani designer, per prima volta in mostra con i loro prodotti/prototipi/servizi, di raggiungere una visibilità che va oltre la classica esposizione statica.

 

Curated by: Caterina Capelli (Collettivo Illuminazioni)

 

Jongha Choi

ongha Choi ha studiato Belle Arti alla Seoul National University in Corea, specializzandosi in scultura. Per ampliare la sua esperienza, ha seguito il suo interesse per il design completando un master alla Design Academy Eindhoven, nei Paesi Bassi, nel 2015. Ha poi fondato il Jongha Choi Studio a Seoul, lavorando nel campo dell’arte e del design.

 

De-dimension

 

Non stiamo vedendo l’immagine solo come un mezzo per riprodurre oggetti, ma anche dando un’identità essenziale all’immagine stessa. In altre parole, anche se l’immagine mostra ancora il suo effetto visivo su un piano piatto, non è solo un’espressione di rappresentazione, ma un’esperienza reale. Nella nostra situazione attuale, in cui la società moderna sperimenta l’immagine, in relazione alla pubblicità, alla circolazione delle immagini e a internet, perché non mettere in discussione il vincolo di un’immagine su una superficie piatta. Perché non cerchiamo di diventare più stereoscopici e tentare un’esperienza diretta con l’immagine.

Eunice Choi

Eunice Choi si è concentrata sulla creazione di installazioni interattive e oggetti basati sull’osservazione dell’esperienza quotidiana.
Spesso utilizza la fabbricazione digitale e la produzione di stampi nel suo processo e incorpora movimenti cinetici o narrazioni stravaganti nel pezzo.

 

Squishy Project

 

Squishy Project è una collezione di oggetti realizzati con silicone semitrasparente e pigmenti.
Gli animali marini, come le lumache di mare o gli anemoni di mare, si presentano con colori brillanti e si muovono con movimenti improvvisi per respingere i predatori, pur avendo flessibilità e traslucidità per fondersi nell’ambiente.
Ispirato dalla resilienza del corpo e dal comportamento degli animali marini, Squishy Project suggerisce interazioni tattili e visive che astraggono la relazione tra l’essere e il circostante.

Jonas Finkeldei and Nick Potter

Jonas e Nick si sono entrambi formati come falegnami, costruendo mobili o opere in legno e materiali simili. Dopo aver lavorato in questo ambito per alcuni anni, i due hanno deciso di frequentare la “Akademie für Gestaltung Münster”, una scuola di design in Germania. Qui si sono incontrati, entrambi i loro lavori si concentrano sull’interior e product design.
“Threefold”, mobili modulari che hanno disegnato per “Münsterland E.V.” è uno dei progetti a cui stanno lavorando.

 

Threefold

 

Threefold è un mobile per esterni che può trasformarsi rapidamente da una stuoia a un lettino, uno sgabello o un tavolino. Ripiegabile in un quadrato compatto e progettato per essere leggero, è facile da riporre, trasportare e trasformare rapidamente in mobili.  Il compagno perfetto per picnic, campeggio o eventi all’aperto. Il design amichevole e giocoso invita l’utente a creare e cambiare attivamente il suo ambiente.

Alessandra Galli

Alessandra Galli è una designer italiana nata a Como nel 1995. Si è laureata nel 2017 in product design alla Nuova Accademia di Milano (NABA). Successivamente ha lavorato per tre anni presso l’azienda TheFabLab S.r.l. dove ha imparato a padroneggiare le tecnologie dell’industria 4.0. In questi anni ha visto e supportato in prima persona la crescita di Superstuff, brand ironico e innovativo. Si trasferirà a breve in Olanda alla ricerca di nuovi stimoli e incontri, ha in programma di frequentare il master Integrated Product Design a TU Delft, rinomata università dei Paesi Bassi. Alessandra vede il design come un facilitatore di complessità, crede fermamente che questa disciplina sia indispensabile per trovare soluzioni alla condizione ambientale del nostro pianeta.

 

ENNE

 

ENNE ci sta dappertutto!

Scala, prodotto iconico per eccellenza, a cui è stata aggiunta una caratteristica: la possibilità di essere chiusa.

Questo progetto nasce dall’osservazione della vita quotidiana; per coloro che vivono in un appartamento una scala può essere un oggetto voluminoso. La sua presenza è essenziale in un’abitazione, ma non si sa mai dove riporla ed è pesante e difficile da muovere.

ENNE riduce un oggetto ingombrante a pochi centimetri di spessore. Perfetta per coloro che possiedono una casa di piccole dimensioni, ideale per essere riposta in quegli spazi che si creano tra i muri e gli armadi.

Per quanto riguarda il processo di realizzazione i gradini non sono stati aggiunti, ma ricavati da uno dei due pilastri laterali, ottimizzando così il materiale e permettendo all’oggetto di chiudersi completamente su se stesso.

VENICE DESIGN WEEK 2021
9 -17 Settembre
orari 10.00 – 20.00