Dai un'occhiata al nostro Portfolio Spark AR

Philippe Bietenholz

  • Craft Fiction

 UNLOCK THE EXPERIENCE 

 

Lucid Dreaming

Duck Face Chair

God of Plastic

Red Carpet Chair

 

 

Philippe Bietenholz ha studiato design industriale all’Università di Scienze Applicate di Potsdam (Fachhochschule Potsdam) in Germania. Oltre ai suoi studi, ha lavorato frequentemente nel campo del design. Per avere nuovi spunti, si è concentrato sull’aspetto visual del prodotto. Così è entrato in contatto con nuove tecnologie come la “Realtà Aumentata” e, da qui, con la possibilità di sperimentare oggetti digitali di design in un modo nuovo e interattivo.

 

Craft Fiction – Re-transform the definition of “real objects“

Un oggetto è fittizio perché non posso toccarlo? Forse. Tuttavia, posso sperimentarlo proprio di fronte a me, questo non lo rende reale? Proprio come conosciamo l’arte famosa solo attraverso le immagini, gli oggetti unici di design stanno diventando ora più accessibili.

 

La percezione della realtà sta cambiando. La Realtà Aumentata è adatta a creare una connessione tra il mondo fisico e quello digitale. Per sfruttare le possibilità di questa nuova tecnologia, è importante sforzarsi di presentare realisticamente gli oggetti digitali 3D e le loro superfici materiali. In questo modo, i 3D-Designs possono essere collocati in diversi ambienti del nostro mondo reale, e creare un nuovo modo di vivere l’arte digitale.

 

Lucid Dreaming – Fluctus Chair Rainbow Set

Chi ha detto che i prodotti non possono sognare?

Idee, creazioni e design sono il risultato della nostra immaginazione. La usiamo consapevolmente durante il giorno, ma ne perdiamo il controllo mentre sogniamo, e siamo in grado di creare mondi prima sconosciuti ai nostri pensieri. E a volte di notte anche le nostre creazioni iniziano a sognare, e il loro fantasma inizia a volare in giro, proprio come facciamo noi, mentre sogniamo…

 

Duck Face Chair

Nell’antica mitologia, non è insolito trovare immagini di creature in parte uomo e in parte animale. Quindi perché dovrebbe essere difficile immaginare una sedia dalle sembianze di un’anatra?

 

Oggi, la Duck Face è conosciuta da molti come l’iconica posa da selfie.  Anche prima dell’esistenza dei filtri in AR, la gente aveva già l’abitudine di fare smorfie imitando le espressioni delle anatre nei propri scatti fotografici. Vediamo comunemente questo comportamento sui social media e, ora che la tecnologia si è evoluta, grazie ai filtri AR non è più necessario muovere i propri tratti del viso da soli. Dato che gli esseri umani usano l’espressione caratteristica di questa bellissima creatura soprattutto come rappresentazione di sé stessi, il significato originale del termine e la l’immagine vera e propria dell’anatra sono andati persi.

 

Così, per celebrare adeguatamente questa creatura, il significato che ha nella nostra società e la nostra relazione con esso, il designer ha scelto di combinare l’oggetto più elementare usato dalla gente con il volto di un’anatra, in un oggetto d’arredo chiamato “Duck Face Chair”.

 

 God of Plastic

Se le epoche prendono il nome dal materiale più usato, siamo attualmente nell’era della plastica. Se in passato era vista come la soluzione a vari problemi, ora è diventata essa stessa un problema serio per il nostro pianeta. Quindi, se esistesse un Dio della plastica come lo immaginereste? Questa è l’interpretazione del designer: un dio della plastica adirato, pronto a distruggere la città per far pagare agli umani i peccati che hanno commesso, inquinando il nostro pianeta con tonnellate e tonnellate di plastica.

 

Red Carpet Chair

Gli oggetti di design sono sempre i protagonisti dello spettacolo. Per questo motivo, come tutti i grandi attori alla presentazione di un film, anche loro meritano di essere presentati sul red carpet, specialmente durante la Milano Design Week. Quindi, signore e signori, ecco a voi la Red Carpet Chair!

Phygital exhibit – Pixel Attivatore

– Via Statuto, 18, 20121 Milano MI

– Piazza Ventiquattro Maggio, 2, 20123 Milano MI

– Via Tortona, 56, 20144 Milano MI

– Largo Delle Culture, 20144 Milano MI

MILANO DESIGN WEEK 2022
6 – 12 Giugno